Alternanza S/L

ALTERNANZA SCUOLA LAVORO

L’alternanza scuola-lavoro esce dall’occasionalità e diventa strutturale.  Si farà in azienda, ma anche in enti pubblici, musei e si potrà fare anche d’estate e all’estero. I ragazzi potranno esprimere una valutazione sull’efficacia dei percorsi effettuati. Sarà istituito un Registro nazionale in cui saranno raccolti enti e imprese disponibili a svolgere i percorsi.

Questa in sintesi la parte del provvedimento della legge 107 relativa all’alternanza scuola/lavoro.

L’obiettivo che si intende raggiungere è quello di aumentare il livello di conoscenza degli studenti circa il mondo del lavoro, permettere agli studenti di acquisire competenze tecnico-professionali specifiche e capacità relazionali che potranno essere loro utili per aumentare le possibilità di impiego al termine degli studi o per orientare la scelta universitaria.

Anche il nostro liceo si è adeguato alla normativa, prevedendo, per quest’anno, il coinvolgimento delle classi terze e quarte, con grande sforzo organizzativo di dirigenza, segreteria e insegnanti.

Si cercherà di individuare società, aziende private, enti e associazioni disponibili ad accogliere gli studenti per questa esperienza lavorativa. Verrà elaborato, per ciascuno studente coinvolto, un progetto formativo oltre alla valutazione e certificazione dei periodi di lavoro e delle capacità sviluppate dai partecipanti.

Anche noi genitori possiamo contribuire, soprattutto in questa fase iniziale, supportando il liceo nella fase di ricerca delle strutture o società pubbliche o private che potrebbero essere disponibili ad ospitare gli studenti per un periodo di formazione.

Aziende o enti presso cui lavoriamo o lavora un nostro conoscente, aziende che conosciamo e sappiamo che potrebbero essere interessate a sviluppare un progetto con li studenti, enti con i quali abbiamo avuto rapporti negli anni passati…

La commissione Alternanza Scuola Lavoro, nata per queste esigenze, si occupa proprio di queste attività. I lavori per quest’anno sono coordinati dal genitore referente per il progetto, Dario Mozzaja, in contatto con i professori Ricci, Dotto e Galliana.

Questa la mail di contatto per le vostre segnalazioni:

presidentecomitatogenitori@liceobottoni.gov.it


ATTIVITA’ PREVISTA NELL’A.S. 2018/2019

ATTIVITA’ SVOLTA NELL’A.S. 2016/17

L’attività della commissione è iniziata ai primi di novembre con un incontro con i docenti coinvolti nell’attività di orientamento. Dagli insegnanti ci è stato fornito un documento che illustrava le modalità operative, la situazione esistente ed una scheda di valutazione per l’azienda, da compilare alla fine dello stage.

Abbiamo attivato successivamente i nostri canali verso i genitori del Bottoni per la ricerca di aziende che potessero offrire opportunità agli studenti di un’esperienza lavorativa esterna. Sono maturati alcuni contatti (per la verità, pochi), ma non abbiamo informazioni riguardo i genitori che si sono poi rivolti direttamente alla presidenza o agli insegnanti referenti.

La gestione dei contatti segnalati e di tutte le attività connesse è stata poi seguita dagli insegnanti incaricati senza ulteriori coinvolgimenti da parte nostra.

Ad inizio aprile ’17 la prof. Galliana ha inviato alla commissione un riscontro sull’alternanza (che sintetizziamo di seguito):

Per quanto riguarda la collocazione degli studenti fra TERZE e QUARTE agli stage siamo a posto: gli stage sono in via di svolgimento a parte quelli presso le università che slittano a giugno. Più avanti faremo un bilancio delle attività sia da parte degli studenti e sia nostro come Commissione. Alcuni contatti – fra quelli che ci ha indicato – hanno funzionato benissimo vedi UCIMU con il quale abbiamo collaborato e sperimentato la loro proposta in una classe terza (3C): due settimane fa i gruppi di lavoro hannno presentato il loro prodotto alle aziende che hanno partecipato e i risultati sono stati molto apprezzati! Speriamo che il prossimo anno si possano stabilire veri contatti per progettare percorsi con le aziende UCIMU. Il contatto che non ha funzionato nonostante ripetute mail e telefonate è stato con il Trivulzio. Siamo ancora in attesa di ricevere il progetto visionato per completare la documentazione.

Insieme all’altra collega – Laura Bertè, Vice-preside e Preside stiamo preparando una proposta per le classi quinte del prossimo anno. Appena definita meglio la proposta Le farò sapere.

Colgo l’occasione della riunione del Comitato Genitori per segnalare qualche mugugno e dissenso giunto a noi da parte di genitori e studenti infastiditi dal fatto che alcuni stage siano nel mese di giugno. Università  Statale  ha infatti spostato quest’anno gli stage a giugno e le date erano state comunicate più di un mese fa, quindi con preavviso. I tutor scolastici sono presenti e disponibili.
Del resto il MIUR nelle diverse note e chiarimenti interpretativi su ASL ribadisce che non esistono limiti.

Abbiamo cercato di sezionare le proposte interessanti come quelle con il COSP – Università statale – che quest’anno fa gli stage a giugno: con loro collaboriamo già dallo scorso anno e i progetti risultano interessanti e validi. Ci hanno confermato le candidature più di un mese fa quindi con largo anticipo.
Discorso diverso per la Bicocca – facoltà scientifiche – che seleziona di più i candidati e quest’anno ha diluito notevolmente le date degli incontri spalmandole nel mese di giugno non in modo continuativo. Ne terremo conto di questo per le candidature per il prossimo anno.